Presentazione del sito
Video di presentazione
Il Dipartimento di Ingegneria Navale dell'Università di Napoli "Federico II" ha fatto da palcoscenico ad uno spettacolo tragicomico durato quasi un decennio e che ha avuto per protagonisti alcuni docenti di Ingegneria Navale napoletani e no.

La trama corre lungo lo sviluppo di un concorso universitario per professore di II fascia nel quale si sono palesati accordi preliminari tra le parti in gioco, ingerenze ed appetiti di varia natura, indifferenza circa le attività ed i titoli delle persone accademicamente "antipatiche", voglie di resa dei conti nei loro confronti e molte altre cose ancora. Fino all'emergere di aspetti talmente inquietanti da interessare stampa e TV che si sono occupate del caso.

Ma, nonostante l'affiorare di irregolarità manifeste, l'assenza di smentite al riguardo, la richiesta di intervento rivolta agli organismi di tutela, nulla è stato fatto per sventare l'intrigo: si è preferito far finta di niente e lasciar scivolare il concorso verso una conclusione iniqua ed inverosimile che ha finito per confermare le premesse e le anomalie che si erano rivelate.

 

La struttura del sito è stata concepita con lo scopo di offrire un approccio flessibile, "calzato" sul lettore e sul grado di analisi che questi desidera attingere; per facilitare la ricerca del percorso di navigazione più idoneo alle esigenze ed alle finalità di ciascuno, la trattazione è suddivisa in livelli di approfondimento che contengono, nell'ordine:

I un'introduzione fatta di spiegazioni e suggerimenti per la navigazione;

II alcune informazioni di base sullo scenario in cui si è svolto il concorso (persone, strutture, mansioni ed organizzazione dell'Università, ecc.) ed una cronistoria sintetica degli avvenimenti;

III il dettaglio sul concorso: gli avvenimenti che lo hanno preceduto, deciso e seguito, i documenti.

Il racconto dei fatti è accompagnato da commenti ed interpretazioni consultabili su decisione del lettore; la documentazione di appoggio può essere scaricata direttamente utilizzando i richiami presenti nel testo.

L'augurio è che chi si avvicina a queste pagine possa trovare facilmente ciò che cerca; e che il sito riesca a fornire un contributo effettivo per far piena luce su una vicenda universitaria sconcertante.